HomeNaturaGeoparc Bletterblach

Geoparc Bletterblach

Geoparc Bletterblach

Un canyon da sfogliare come un libro

Il GEOPARC Bletterbach si estende nel Sud dell’Alto Adige tra i due paesi montani di Aldino e Redagno. È stato inserito nella lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO insieme ai Dolomiti nel 2009. Il GEOPARC Bletterbach permette di guardare dentro la montagna ed esplorare il mondo delle rocce. Questo canyon è il risultato della disgregazione e dell’erosione degli elementi. A partire dall’era glaciale, circa 18.000 anni fa, il Bletterbach ha scavato una via nelle diverse ere geologiche lunga 8 chilometri e profonda 400 metri. Ogni strato è venuto alla luce: dieci miliardi di tonnellate di pietra sono state erose e trasportate nella valle dell’Adige. Il canyon del Bletterbach può essere sfogliato come un libro. Qui gli strati di roccia sono intatti e ben visibili più che in ogni altra parte delle Alpi e la loro formazione spiega il clima e le condizioni ambientali di circa 250 milioni di anni fa. Negli strati di pietra arenaria della Val Gardena sono state inoltre trovate orme di sauri. Tracce ben conservate di parti di piante, i numerosi resti di pasti animali e le buche scavate nel suolo testimoniano il mondo vegetale e la vita della terra. I fossili dei sedimenti marini, come ammoniti, gasteropodi e cefalopodi, raccontano la vita dei mari tropicali dell’epoca. Il Centro Visitatori ad Aldino e il Museo GEO-logico a Redagno illustrano il motivo per il quale il Corno Bianco ed il Bletterbach sono geologicamente così interessanti, spiegano il processo di costituzione delle rocce della gola e custodiscono i reperti fossili della gola.

Info: www.bletterbach.info

credits:
GEOPARC Bletterbach (Photo Marion Lafogler)

Share With:
Rate This Article
No Comments

Leave A Comment

sedici + 19 =